Ranidil 75 mg Ranitidina Antiacido 10 Compresse

Codice Minsan: 024447169

Ranidil Compresse si usa nel trattamento sintomatico della cattiva digestione da iperacidità e pirosi gastrica.
Un prodotto in OMAGGIO già nel tuo carrello
Prodotti originali ed Italiani
Pagamenti sicuri con decodificazione SSL
Reso facile e veloce

Prezzo listino: 6,99 €

Risparmio -3%

Special Price 6,80 €

Prodotto Non disponibile

Acquista 59,90€ di prodotti e risparmi 5,00€ di spese di Spedizione.

Altri clienti hanno acquistato anche

Scheda Prodotto

Ranidil Compresse è un farmaco a base di ranidina.

Indicazioni terapeutiche

Ranidil Compresse si usa nel trattamento sintomatico della cattiva digestione da iperacidità e pirosi gastrica.

Dosaggio e Posologia

Ranidil Compresse va assunta nelle seguenti dosi e modalità. Negli adulti assumere una compressa di Ranidil 75 mg quando si avvertono i sintomi, sia di giorno che di notte. Nella maggior parte dei pazienti è sufficiente il trattamento con 1 o 2 compresse al giorno. Possono essere assunte fino a 4 compresse nelle 24 ore. Non è necessario assumere le compresse con il cibo.I pazienti devono essere informati di consultare il proprio medico o il farmacista se i sintomi persistono, peggiorano, o continuano dopo 14 giorni.

Nei pazienti con danno renale può verificarsi un accumulo di ranitidina con conseguenti concentrazioni plasmatiche elevate nei pazienti con danno renale (livelli di clearance della creatinina inferiori a 50 ml/min). Non è raccomandato l’impiego di Ranidil 75 mg compresse nei bambini di età inferiore ai 16 anni.

Sovradosaggio

La ranitidina possiede un’attività farmacologica molto specifica per cui non sono attesi problemi particolari a seguito di sovradosaggio con le formulazioni di ranitidina. L’esperienza clinica con il sovradosaggio è limitata. Le ingestioni acute fino a 18 g per via orale segnalate, sono state associate ad effetti indesiderati transitori simili a quelli che si incontrano nella normale esperienza clinica. Inoltre sono stati segnalati vomito, irritabilità ed insonnia nei bambini e sonnolenza e nausea negli adulti.

In caso di sovradosaggio, a seconda dei casi, deve essere praticata una terapia sintomatica e di supporto.

Controindicazioni

I prodotti a base di ranitidina sono controindicati nei pazienti con nota ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Effetti collaterali

Per la classificazione della frequenza degli effetti indesiderati è stata adottata la seguente convenzione: molto comune (>1/10), comune (>1/100, <1/10), non comune (>1/1.000, <1/100), raro (>1/10.000, <1/1.000), molto raro (<1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili). Le frequenze degli eventi avversi sono state stimate in base ai dati di segnalazione spontanea successivamente all’immissione in commercio.

- Patologie del sistema emolinfopoietico

  • Molto raro: modifiche nella conta delle cellule ematiche (leucopenia, trombocitopenia). Queste sono in genere reversibili. Agranulocitosi o pancitopenia talvolta accompagnate da ipoplasia o aplasia midollare. 

- Disturbi del sistema immunitario

  • Raro: reazioni di ipersensibilità (orticaria,, edema angioneurotico, febbre, broncospasmo, ipotensione e dolore toracico). 
  • Molto raro: shock anafilattico. 
  • Non nota: dispnea. I suddetti eventi sono stati segnalati successivamente alla somministrazione di una singola dose. 

- Disturbi psichiatrici

  • Molto raro: confusione mentale reversibile, depressione, allucinazioni. I suddetti eventi sono stati segnalati soprattutto in pazienti gravemente ammalati, nei pazienti anziani e nei pazienti nefropatici. 

- Patologie del sistema nervoso

  • Molto raro: cefalea (a volte grave), capogiri, e movimenti involontari reversibili. 

- Patologie dell’occhio

  • Molto raro: offuscamento reversibile della vista. Sono stati segnalati alcuni casi di offuscamento della vista attribuibili ad alterazione dell’accomodazione

- Patologie cardiache

  • Molto raro: come con altri antagonisti dei recettori H2 bradicardia, , blocco atrio-ventricolare e tachicardia

- Patologie vascolari

  • Molto raro: vasculite

- Patologie gastrointestinali

  • Molto raro: pancreatite acuta, diarrea 
  • Non comuni: dolore addominale, stitichezza, nausea (questi sintomi quasi sempre migliorano nel corso del trattamento)

- Patologie epato-biliari

  • Raro: modifiche transitorie e reversibili dei test di funzionalità epatica.
  • Molto raro: epatite in genere reversibile (epatocellulare, epatocanalicolare o mista) con o senza ittero. 

- Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

  • Raro: eruzione cutanea, prurito
  • Molto raro: eritema multiforme, alopecia

- Patologie del sistema muscolo-scheletrico e del tessuto connettivo

  • Molto raro: sintomi a carico dell’apparato muscolo-scheletrico quali artralgia e mialgia

- Patologie renali e urinarie

  • Raro: aumento della creatinina plasmatica (generalmente lieve;si normalizza nel corso del trattamento) 
  • Molto raro: nefrite interstiziale acuta.

- Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella

  • Molto raro: impotenza reversibile. Sintomi, patologie e alterazioni a carico della mammella (come ad esempio ginecomastia e galattorrea).

La sicurezza di ranitidina è stata valutata in bambini di età compresa tra 0 e 16 anni con patologie acido-correlate ed è stata generalmente ben tollerata, con un profilo di eventi avversi simile a quello degli adulti. Sono disponibili dati limitati sulla sicurezza a lungo termine, in particolare relativamente alla crescita ed allo sviluppo.

Gravidanza e allattamento

La ranitidina attraversa la barriera placentare. Come altri farmaci deve essere somministrata durante la gravidanza solo se considerata di assoluta necessità.

La ranitidina è escreta nel latte materno. Come altri farmaci deve essere somministrata durante l'allattamento solo se considerata di assoluta necessità.

Non ci sono dati relativi all’effetto della ranitidina sulla fertilità umana. Gli studi sugli animali non hanno evidenziato effetti sulla fertilità in maschi e femmine

Avvertenze speciali

  • Carcinoma gastrico

Prima di iniziare la terapia con ranitidina in pazienti con ulcera gastrica o in pazienti di mezza età o più anziani che presentano sintomi dispeptici di recente insorgenza o da poco modificati, o perdita di peso non intenzionale che s'accompagna a sintomi dispeptici deve essere esclusa la possibile natura maligna poiché il trattamento con ranitidina può mascherare i sintomi del carcinoma gastrico e può ritardarne perciò la diagnosi.

  • Malattie renali

La ranitidina viene eliminata per via renale, pertanto i livelli plasmatici del farmaco sono aumentati in pazienti con danno renale (clearance della creatinina inferiore a 50 ml/min). Il dosaggio deve essere modificato come indicato al paragrafo 4.2 “Pazienti con danno renale”. In tali pazienti l’uso dei prodotti a base di Ranitidina non è appropriato senza un controllo medico. Secondo rari reports clinici, la ranitidina può favorire il verificarsi di attacchi di porfiria acuta. Pertanto la ranitidina non deve essere somministrata in pazienti con anamnesi di porfiria acuta.

Nei pazienti come gli anziani, soggetti con patologie polmonari croniche, diabetici, o gli immunocompromessi, può esserci un aumento del rischio di sviluppare polmonite acquisita in comunità. Un ampio studio epidemiologico ha mostrato un incremento del rischio di sviluppare polmonite acquisita in comunità nei pazienti ancora in corso di trattamento con ranitidina da sola rispetto a quelli che avevano interrotto il trattamento, con un aumento del rischio relativo aggiustato osservato pari a 1,82% (95% IC 1,26 – 2,64). Si raccomanda un regolare controllo medico ai pazienti che utilizzano farmaci antinfiammatori non steroidei in concomitanza al trattamento con ranitidina, soprattutto se anziani o con anamnesi di ulcera peptica. Pazienti con compromissione renale/epatica, quelli che sono sottoposti a continuo controllo medico e quelli che stanno assumendo qualsiasi altro medicinale (sia prescritto che auto prescritto) devono essere avvisati di consultare il loro medico prima dell’uso.

Scadenza e conservazione

Verificare la data di scadenza indicata sulla confezione. La data di scadenza indicata sulla confezione si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Non conservare a temperatura superiore ai 30°C.

Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. 

Composizione

Una compressa di Ranidil contiene:

Principio attivo

75 mg di ranitidina

Eccipienti

Cellulosa microcristallina, Magnesio stearato, Ipromellosa, Titanio diossido E171, Triacetina, Ferro ossido rosso sintetico E172

Opinioni e Recensioni su Ranidil 75 mg Ranitidina Antiacido 10 Compresse

1 Oggetto(i)

1 recensioni
G
06 settembre 2016
Spedizione non velocissima ma prodotto ok!
Anche se ho atteso qualche giorno per l’arrivo di questo prodotto dagli altri magazzini, lo riacquisterò in futuro perché ho riscontrato convenienza e professionalità anche se arrivato con un giorno in più.

DOMANDE FREQUENTI SU RANIDIL 75 MG RANITIDINA ANTIACIDO 10 COMPRESSE

Hai domande? Scrivi al nostro farmacista

METODI DI PAGAMENTO

PayPal, società del gruppo eBay, è un sistema di pagamento rapido e sicuro. Una volta selezionato questo metodo di pagamento e cliccando poi su “Conferma Ordine” si verrà reindirizzati sul sito Paypal.com dove potete scegliere tra:
- Effettuare il pagamento con il tuo conto personale Paypal - (L'importo dell'ordine ti sarà addebitato sul conto PayPal al momento del completamento della transazione);
oppure
- Pagare con una qualsiasi carta di credito/prepagata (Visa, Visa Electron, Postepay, Carta PayPal, Mastercard, American Express) anche senza avere un conto Paypal.
Con questa modalità di pagamento dei prodotti para-farmaceutici il Cliente dovrà pagare in contanti l'importo esatto indicato dell' ordine direttamente al Corriere al momento della consegna e vi sarà un supplemento al costo della spedizione di 3,50 euro.

Nota bene: per agevolare le procedure di consegna dei prodotti para-farmaceutici, si assicuri di avere a disposizione l'importo esatto, in quanto i corrieri non danno resto.

Il pagamento con contrassegno assicura una rapida spedizione dell'ordine, in quanto il pacco contenente i prodotti para-farmaceutici acquistati sulla farmacia online eFarma viene subito affidato al corriere.
Se scegli il Bonifico Bancario come modalità di pagamento, occorre che tu effettui il Bonifico al momento dell'ordine. Gli estremi bancari per effettuare il pagamento li riceverai all’interno della mail di conferma dell’ordine, se non hai ricevuto la mail verifica nella casella di spam o contatta il servizio clienti per verifcare se l’indirizzo mail inserito è corretto.I prodotti ti saranno spediti esclusivamente ad accredito avvenuto.

eFarma.it non accetta CRO e distinte di pagamento a garanzia del Bonifico effettuato. Il tuo ordine rimarrà nello stato “In Attesa” finché i sistemi eFarma.it non notificheranno la contabile del trasferimento bancario. Il pagamento con Bonifico Bancario non assicura la stessa celerità degli altri metodi di pagamento: la spedizione dei prodotti slitta di 24 ore lavorative per i Bonifici Nazionali e dai 3 ai 6 giorni lavorativi per i Bonifici Internazionali. È necessario inserire Nome, Cognome e Numero d'ordine nella causale del Bonifico, ad esempio: Mario Rossi ordine 100001548.

METODI DI SPEDIZIONE

Destinazione Costo spedizione per ordini al di sopra dei €59,90 Costo spedizione per ordini al di sotto dei €59,90 Tempi di spedizione
Tutta Italia GRATUITA € 5,00 19 / 48 ore
Venezia, Sardegna, isole minori, estreme periferie, località montane e località difficilmente raggiungibili * € 5,00 € 10,00 72 ore
Spedizioni internazionali A pagamento Vedi tabella A pagamento Vedi tabella 48 / 72 ore

* Ulteriori informazioni sulle località con supplemento Clicca qui

Ranidil 75 mg Ranitidina Antiacido 10 Compresse

Prezzo listino: 6,99 €

Risparmio -3%

Special Price 6,80 €

Prodotto Non disponibile