Naristar 120 mg + 5 mg Pseudoefedrina cloridrato 14 Compresse Rilascio Prolungato

Codice Minsan: 031224025

Naristar e' indicato nel trattamento sintomatico delle riniti acute con congestione ed ipersecrezione nasale, prurito nasale e/o oculare e lacrimazione.
Un prodotto in OMAGGIO già nel tuo carrello
Prodotti originali ed Italiani
Pagamenti sicuri con decodificazione SSL
Reso facile e veloce

Prezzo listino: 12,41 €

Risparmio -4%

Special Price 11,90 €

Prodotto Disponibile

Acquista 59,90€ di prodotti e risparmi 5,00€ di spese di Spedizione.

Altri clienti hanno acquistato anche

Scheda Prodotto

Compresse a base di Cetirizina dicloridrato e Pseudoefedrina cloridrato.

Indicazioni terapeutiche

Naristar Compresse si usa nel trattamento sintomatico delle riniti acute con congestione ed ipersecrezione nasale, prurito nasale e/o oculare e lacrimazione.

Dosaggio e Posologia

Il farmaco va assunto secondo le seguenti dosi e modalità: 

  • Adulti: una compressa due volte al giorno (al mattino e alla sera), da assumere con o senza cibo. Durata del trattamento La durata del trattamento non deve superare la durata della sintomatologia acuta e comunque non deve superare le 2-3 settimane. Ottenuto un miglioramento dei sintomi nasali, il trattamento deve essere continuato, se appropriato, con la sola cetirizina.

Le compresse devono essere ingerite intere con un po’ di liquido e non devono essere rotte, masticate o frantumate.

Il dosaggio deve essere ridotto ad una compressa al giorno nei pazienti con moderata insufficienza renale. Il dosaggio deve essere ridotto ad una compressa al giorno nei pazienti con moderata insufficienza epatica. 

  • Bambini di 12 anni e di età superiore: una compressa due volte al giorno (al mattino e alla sera), da assumere con o senza cibo.
  • Bambini di età inferiore ai 12 anni: l’uso del medicinale è controindicato.

Sovradosaggio

I sintomi osservati a seguito di un sovradosaggio di cetirizina sono principalmente associati ad effetti a carico del sistema nervoso centrale o ad effetti che potrebbero suggerire un’attività anticolinergica. Dosi elevate di simpaticomimetici possono indurre una psicosi tossica accompagnata da delirio e allucinazioni. Alcuni pazienti potrebbero sviluppare aritmia cardiaca, collasso circolatorio, convulsioni, coma e insufficienza respiratoria che possono essere letali. Il sovradosaggio acuto dell’associazione di cetirizina e pseudoefedrina può causare: diarrea, capogiro, affaticamento, cefalea, malessere, midriasi, ritenzione urinaria, tachicardia, aritmia cardiaca, ipertensione arteriosa, segni di depressione del sistema nervoso centrale (sedazione, apnea, perdita di coscienza, cianosi e collasso cardiovascolare) o di stimolazione (insonnia, allucinazioni, tremori, crisi epilettiche) che possono essere fatali. Il trattamento, che deve avvenire preferibilmente in ambiente ospedaliero, deve essere sintomatico e di supporto, considerando l’eventualità della possibile ingestione concomitante di altri medicinali. Se il vomito non si manifesta spontaneamente deve essere indotto. E’ raccomandata la lavanda gastrica.

Non sono noti antidoti. E' importante evitare l'uso di simpaticomimetici. L'ipertensione e la tachicardia possono essere controllate con l’uso di α-bloccanti e/o di β-bloccanti. Le crisi epilettiche possono essere trattate con diazepam iv (o diazepam somministrato per via rettale nel caso di bambini). Cetirizina e pseudoefedrina sono scarsamente eliminate tramite emodialisi.

Controindicazioni

  • Nota ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti, all’efedrina o a qualunque altra piperazina
  • Ipertensione grave o malattia coronarica grave
  • Grave insufficienza renale
  • Ipertiroidismo non controllato
  • Aritmia grave
  • Feocromocitoma
  • Elevata pressione intraoculare
  • Ritenzione urinaria
  • Storia di ictus
  • Alto rischio di sviluppare ictus emorragico
  • Glaucoma
  • Durante la gravidanza e l'allattamento
  • Pazienti trattati in concomitanza con: diidroergotamina, inibitori delle MAO e nelle due settimane successive alla loro interruzione
  • Bambini di età inferiore ai 12 anni 

Effetti collaterali

Quadro generale: In studi clinici controllati, le reazioni avverse, riportate in più dell’1% dei pazienti a cui è stata somministrata cetirizina/pseudoefedrina in associazione, non differivano da quelle riportate per cetirizina o pseudoefedrina impiegate singolarmente.

Gli effetti indesiderati dovuti all’uso di cetirizina sono riconducibili principalmente alla depressione o alla stimolazione paradossa del sistema nervoso centrale, all’attività di tipo anticolinergico oppure alle reazioni di ipersensibilità (incluso shock anafilattico) mentre gli effetti indesiderati di pseudoefedrina sono dovuti più facilmente alla stimolazione del sistema nervoso centrale ed ai disturbi cardiovascolari. Sono stati segnalati casi di funzionalità epatica anomala con innalzamento dei livelli degli enzimi epatici accompagnati da bilirubina elevata, la maggior parte dei quali risolti a seguito di interruzione del trattamento con cetirizina dicloridrato. Sono stati descritti in letteratura casi isolati di ictus e di colite ischemica associata all’uso di pseudoefedrina. Sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati secondo la classificazione per sistemi e organi secondo MedDRA ed in base alla frequenza. La frequenza è così definita: molto comune (≥ 1/10); comune (≥ 1/100, < 1/10); non comune (≥ 1/1000, < 1/100); raro (≥ 1/10000, < 1/1000); molto raro (< 1/10000); non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili)

- Disturbi del sistema immunitario 

  • Raro: ipersensibilità

- Disturbi psichiatrici

  • Comune: nervosismo, insonnia
  • Non comune: ansia, agitazione
  • Raro: allucinazioni
  • Molto raro: disturbi psicotici

- Patologie del sistema nervoso

  • Comune: vertigine, capogiro, cefalea, sonnolenza
  • Raro: convulsioni, tremore
  • Molto raro: disgeusia, accidenti cerebrovascolari (ictus) 

- Patologie dell’occhio

  • Non nota: disturbo dell’accomodazione, visione offuscata, midriasi, dolore oculare, compromissione della visione, fotofobia

- Patologie cardiache

  • Comune: tachicardia
  • Raro: aritmia

- Patologie vascolari 

  • Raro: pallore, ipertensione
  • Molto raro: collasso circolatorio

- Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

  • Non nota: dispnea

- Patologie gastrointestinali

  • Comune: bocca secca, nausea
  • Raro: vomito
  • Molto raro: colite ischemica

- Patologie epatobiliari

  • Raro: disturbi della funzionalità epatica (aumento delle transaminasi, fosfatasi alcalina, gamma-GT, bilirubina)

- Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

  • Raro: cute secca, eruzione cutanea, iperidrosi, orticaria
  • Molto raro: eruzione fissa da farmaci, edema angioneurotico 

- Patologie renali e urinarie

  • Raro: disuria

- Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella

  • Non nota: disfunzione erettile

- Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

  • Comune: astenia

Gravidanza e allattamento

Non vi sono dati adeguati riguardanti l’uso dell’associazione di cetirizina e pseudoefedrina nelle donne in gravidanza. L’uso di peseudoefedrina nel primo trimestre di gravidanza è stato associato ad aumento della frequenza di gastroschisi (difetto nello sviluppo delle pareti addominali con erniazione intestinale) e dell’atresia del piccolo intestino (ostruzione congenita del piccolo intestino). A causa delle proprietà vasocostrittive di pseudoefedrina, il farmaco non deve essere utilizzato durante il terzo trimestre, in quanto può provocare una riduzione della circolazione uteroplacentare. I dati su un numero limitato di esposizioni al farmaco in gravidanza non evidenziano effetti avversi di cetirizina sulla gravidanza o sulla salute del feto/neonato. I dati sugli animali relativamente alla gravidanza, allo sviluppo embrionale/fetale, al parto o allo sviluppo post-natale sono insufficienti. L’associazione di cetirizina e pseudoefedrina non deve essere usata durante la gravidanza.

Cetirizina e pseudoefedrina sono escreti nel latte materno. Pertanto l’associazione di cetirizina e pseudoefedrina non deve essere usata in donne che allattano.

Avvertenze speciali

A causa della presenza di pseudoefedrina, l’associazione di cetirizina e pseudoefedrina deve essere usata con cautela in pazienti affetti da diabete mellito, ipertiroidismo, ipertensione arteriosa, tachicardia, aritmia cardiaca, cardiopatia ischemica, insufficienza epatica o renale moderata, nonchè in pazienti anziani. L’associazione di cetirizina e pseudoefedrina è controindicata nei bambini di età inferiore ai 12 anni  a causa della presenza di pseudoefedrina e perchè tale associazione non è stata studiata in questo gruppo d’età. E’ richiesta cautela anche in pazienti che assumono: − farmaci simpaticomimetici come decongestionanti, anoressizzanti, psicostimolanti quali le amfetamine (effetti combinati sul sistema cardiovascolare), − antidepressivi triciclici, − farmaci antipertensivi (riduzione degli effetti antipertensivi) − alcool o altre sostanze ad azione deprimente sul SNC (intensificazione dell’azione deprimente sul SNC e deterioramento della performance), − glicosidi cardiaci quali digossina o digitossina (rischio di aritmia cardiaca), − così come nelle condizioni in cui l’attività anticolinergica è indesiderata, come in caso di ipertrofia prostatica od ostruzione urinaria.

Deve essere prestata cautela anche nei pazienti con fattori di rischio che possono aumentare il rischio di ictus emorragico (come l’uso concomitante di vasocostrittori (quali bromocriptina, pergolide, lisuride, cabergolina, ergotamina) o qualsiasi altro farmaco ad attività decongestionante (ad esempio fenilpropanolamina, fenilefrina, efedrina), utilizzato per via orale o nasale), a causa del rischio di vasocostrizione e aumento della pressione sanguigna. Si raccomanda cautela nei pazienti a rischio di ipercoagulazione come nella malattia infiammatoria intestinale, a causa dell’effetto vasocostrittore della pseudoefedrina. E’ richiesta cautela nei pazienti ipertesi in trattamento concomitante con FANS in quanto sia la pseudoefedrina che i FANS possono aumentare la pressione sanguigna. Casi di abuso sono stati osservati con pseudoefedrina così come con altri stimolanti centrali. Il medicinale contiene lattosio quindi i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, deficit dell’enzima lattasi o malassorbimento del glucosiogalattosio, non devono assumere questo medicinale.

Scadenza e conservazione

Verificare la data di scadenza indicata sulla confezione. La data di scadenza indicata sulla confezione si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Composizione

Una compressa di Naristar contiene:

Principio attivo

Cetirizina dicloridrato 5 mg, Pseudoefedrina cloridrato 120 mg

Eccipienti

Nucleo: Ipromellosa, Cellulosa microcristallina, Silice colloidale anidra, Magnesio stearato, Lattosio monoidrato, Croscarmellosa sodica, Rivestimento: Opadry® Y-1-7000 che consiste in: - Ipromellosa (E 464) - Titanio diossido (E 171) - Macrogol 400

Opinioni e Recensioni su Naristar 120 mg + 5 mg Pseudoefedrina cloridrato 14 Compresse Rilascio Prolungato

1 Oggetto(i)

1 recensioni
N
06 settembre 2016
Prodotto e prezzo promossi!
Il prodotto è stato ottimo. Già lo conoscevo perché l’ho utilizzato in precedenza ma acquistarlo anche ad un prezzo conveniente è stato il top!

DOMANDE FREQUENTI SU NARISTAR 120 MG + 5 MG PSEUDOEFEDRINA CLORIDRATO 14 COMPRESSE RILASCIO PROLUNGATO

Hai domande? Scrivi al nostro farmacista

METODI DI PAGAMENTO

PayPal, società del gruppo eBay, è un sistema di pagamento rapido e sicuro. Una volta selezionato questo metodo di pagamento e cliccando poi su “Conferma Ordine” si verrà reindirizzati sul sito Paypal.com dove potete scegliere tra:
- Effettuare il pagamento con il tuo conto personale Paypal - (L'importo dell'ordine ti sarà addebitato sul conto PayPal al momento del completamento della transazione);
oppure
- Pagare con una qualsiasi carta di credito/prepagata (Visa, Visa Electron, Postepay, Carta PayPal, Mastercard, American Express) anche senza avere un conto Paypal.
Con questa modalità di pagamento dei prodotti para-farmaceutici il Cliente dovrà pagare in contanti l'importo esatto indicato dell' ordine direttamente al Corriere al momento della consegna e vi sarà un supplemento al costo della spedizione di 3,50 euro.

Nota bene: per agevolare le procedure di consegna dei prodotti para-farmaceutici, si assicuri di avere a disposizione l'importo esatto, in quanto i corrieri non danno resto.

Il pagamento con contrassegno assicura una rapida spedizione dell'ordine, in quanto il pacco contenente i prodotti para-farmaceutici acquistati sulla farmacia online eFarma viene subito affidato al corriere.
Se scegli il Bonifico Bancario come modalità di pagamento, occorre che tu effettui il Bonifico al momento dell'ordine. Gli estremi bancari per effettuare il pagamento li riceverai all’interno della mail di conferma dell’ordine, se non hai ricevuto la mail verifica nella casella di spam o contatta il servizio clienti per verifcare se l’indirizzo mail inserito è corretto.I prodotti ti saranno spediti esclusivamente ad accredito avvenuto.

eFarma.it non accetta CRO e distinte di pagamento a garanzia del Bonifico effettuato. Il tuo ordine rimarrà nello stato “In Attesa” finché i sistemi eFarma.it non notificheranno la contabile del trasferimento bancario. Il pagamento con Bonifico Bancario non assicura la stessa celerità degli altri metodi di pagamento: la spedizione dei prodotti slitta di 24 ore lavorative per i Bonifici Nazionali e dai 3 ai 6 giorni lavorativi per i Bonifici Internazionali. È necessario inserire Nome, Cognome e Numero d'ordine nella causale del Bonifico, ad esempio: Mario Rossi ordine 100001548.

METODI DI SPEDIZIONE

Destinazione Costo spedizione per ordini al di sopra dei €59,90 Costo spedizione per ordini al di sotto dei €59,90 Tempi di spedizione
Tutta Italia GRATUITA € 5,00 19 / 48 ore
Venezia, Sardegna, isole minori, estreme periferie, località montane e località difficilmente raggiungibili * € 5,00 € 10,00 72 ore
Spedizioni internazionali A pagamento Vedi tabella A pagamento Vedi tabella 48 / 72 ore

* Ulteriori informazioni sulle località con supplemento Clicca qui

Naristar 120 mg + 5 mg Pseudoefedrina cloridrato 14 Compresse Rilascio Prolungato

Prezzo listino: 12,41 €

Risparmio -4%

Special Price 11,90 €

Prodotto Disponibile