Miglior crema per eliminare le cicatrici, i consigli dei farmacisti

Dopo un intervento chirurgico oppure dopo aver combattuto per anni l’acne essersi quel che resta e che si pensa resti per sempre è la cicatrice. Ma in realtà è possibile intervenire sulle cicatrici e ridurle per intensità e spessore applicando prodotti appositi con regolarità e attenzione. Ma qual è la migliore crema per cicatrici e queste creme sono davvero efficaci?

Cerchiamo di rispondere.

La cicatrice è formata da tessuto fibroso che si forma a seguito di una lesione provocata da una ferita, ad esempio chirurgica, oppure quelle legate alla formazione dell’acne. In alcuni casi possono essere ipertrofiche (cioè caratterizzate da un eccesso di tessuto) oppure sono prodotte da tessuto cicatriziale della pelle stessa, in questo caso di parla di cheloidi.

Pomata per cicatrici

Troviamo in commercio numerosi prodotti appositi che possono rivelarsi efficaci per alleviare e schiarire le cicatrici causate da acne o interventi chirurgici. Esistono, ad esempio, dei cerotti in silicone che si applicano e che sono anche abbastanza economici.

I cerotti sono indicati sia per i cheloidi che per le cicatrici ipertrofiche e possono portare ad una riduzione dell’inestetismo. I cerotti vanno lasciati sulla zona da trattare per almeno 10 ore al giorno e il trattamento va seguito per almeno due mesi.

Esistono poi delle creme sbiancanti per cicatrici che hanno la funzione di uniformare il colorito della pelle e migliorare l’aspetto della cicatrice, rendendola meno evidente.

In estate è importante ricordare di proteggere la pelle con apposite creme ad alto fattore di protezione se ci si espone al sole. I raggi UV provocano seri danni alla pelle e possono peggiorare l’aspetto della cicatrice, contribuendo a scurirle. Scegliere, dunque, una crema per pelli sensibili che garantisca il massimo della protezione.

Migliore crema cicatrici da acne

L’acne può lasciare piccole cicatrici antiestetiche sul viso. Anche in questo caso è possibile migliorare l’aspetto della pelle e ridurre notevolmente le cicatrici. I trattamenti più efficaci per eliminare definitivamente le cicatrici sono il Laser, la radiofrequenza, la Luce Pulsata e i vari peeling chimici. In caso di cicatrici fresche il risultato può essere molto soddisfacente portando ad un miglioramento dell’aspetto della pelle anche del 60%.

Se non si vuole ricorrere a procedure di questo tipo anche in caso di cicatrici da acne è possibile usare una crema anti cicatrice appositamente formulata.

Per le cicatrici superficiali sono efficaci le pomate a base di Aloe Vera che svolgono un’azione cicatrizzante, riparatore della pelle e rigenerante.

Leggi anche: Quali sono le proprietà dell'aloe vera?

Migliore crema per cicatrici chirurgiche

Dopo un intervento chirurgico il medico potrà consigliare una specifica crema da applicare sulla cicatrice. Tra le più utilizzate c’è Mederma, una crema clinicamente testata che contiene numerosi composti che mirano a rendere la pelle più elastica e a rendere meno visibile la cicatrice assottigliandola.

Tra questi ingredienti troviamo il cepalin, un estratto di cipolla (Allium cepa) che previene e riduce l'infiammazione e il gonfiore, l'allantoina, una sostanza naturale presente in varie piante, che aiuta a ridurre il prurito e favorisce la ricostituzione della struttura cutanea, e l'aloe vera che idrata la pelle. La crema va applicata dopo aver tolto i punti e ha avuto inizio il vero e proprio processo di cicatrizzazione. Ma può essere applicata anche su cicatrici più vecchie.

Il produttore consiglia di usare Mederma non appena la ferita si è rimarginata o subito dopo la rimozione dei punti, per almeno 8 settimane sulle cicatrici nuove e per 3-6 mesi sulle cicatrici più vecchie.

Prodotti consigliati