La cistite, cos'è e come si cura

Come curare la cistite

La cistite è un'infiammazione della parete della vescica piuttosto frequente, soprattutto nella popolazione femminile, causata da un'infezione delle vie urinarie che si manifesta con bruciore e bisogno pressante e continuo di urinare. Prima di capire come curare la cistite cerchiamo di fare chiarezza su cosa provochi questo disturbo e come prevenirlo.

I sintomi della cistite sono:

  • bisogno frequente di urinare
  • bruciore durante la minzione
  • difficoltà nell'atto di urinare, per cui l'urina esce goccia a goccia,
  • dolore e senso di “pesantezza” della vescica anche dopo aver svuotato la vescica
  • in alcuni casi perdita di sangue nell'urina

Le cause della cistite sono legate a

  • squilibri ormonali degli estrogeni che alternano l'habitat vaginale e lo rendono più vulnerabile all'azione di batteri.
  • rapporti sessuali non protetti e frequenti
  • scarsa igiene
  • utilizzo di detergenti intimi inadeguati
  • squilibri alimentari
  • terapie antibiotiche

La diagnosi della cistite avviene con un esame delle urine. La maggior parte delle infezioni urinarie non complicate è provocata da batteri di origine intestinale, soprattutto dall'Escherichia coli. Nei casi in cui la cistite è cronica e le recidive sono frequenti è indicata l'urinocoltura per individuare i microrganismi responsabili dell'infezione ed improntare la più corretta terapia.

La cistite, cause e prevenzione

Come curare la cistite in modo naturale

Il modo più efficace per curare la cistite è assumere farmaci capaci di eliminare i batteri responsabili dell'infezione (antibatterici come la fosfomicina, il principio attivo del Monuril) che sono venduti dietro prescrizione medica. In caso di cistite cronica o recidiva l'urinocoltura individuerà il batterio responsabile e permetterà al medico di prescrivere un antibiotico più specifico, come Levoxacina o Ciprofloxacina.

Esistono anche degli integratori alimentari a base di estratti vegetali di Cranberry, Gramigna, Ginepro e Vitamina C che sono indicati per il trattamento delle infezioni alle vie urinarie.

Il mirtillo rosso ha proprietà antinfiammatorie e può essere utile sia per prevenire la cistite che per trattare i sintomi. Si trova sia sotto forma di succo di mirtillo rosso che sotto forma di integratore alimentare adatto allo scopo.

In ogni caso vanno seguiti alcuni accorgimenti utili sia per trattare la cistite che per prevenirla:

  • bere in modo adeguato, almeno un litro e mezzo di acqua al giorno
  • favorire l'equilibrio delle funzioni intestinali
  • non consumare cibi o bevande che possono avere un effetto irritante sull'intestino
  • indossare biancheria intima in fibra naturale,
  • non trattenere l'urina

Come curare la cistite in gravidanza

Durante la gravidanza la donna può essere più esposta al rischio di infezioni alle vie urinarie proprio a causa dei cambiamenti ormonali tipici dei nove mesi. Curare la cistite quando si aspetta un bambino è importante perché può degenerare in pielonefrite acuta e le infezioni urinarie, se non trattate efficacemente, sono associate ad un maggiore rischio di complicanze materne e fetali anche gravi come basso peso alla nascita, parto prematuro, rottura prematura delle acque e anche aborto. Soprattutto durante la gravidanza è necessario eseguire un esame delle urine per stabilire il microorganismo responsabile dell'infezione e scegliere, insieme al proprio ginecologo, il farmaco più sicuro ed efficace.

Prodotti consigliati