Integratori per l'abbronzatura, quale scegliere?

In commercio troviamo un'ampia varietà di integratori per l'abbronzatura che mirano ad apportare importanti sostanze capaci di favorire un'abbronzatura perfetta e di stimolare la produzione della melanina. Ma funzionano davvero? E quali sono i migliori integratori per preparare la pelle all'esposizione al sole?

Integratore alimentare abbronzatura

Innanzitutto cerchiamo di capire quale sia la composizione degli integratori alimentari per l'abbronzatura. Generalmente contengono minerali, vitamine specifiche come le vitamine E e C, il betacarotene (il precursore della vitamina A),vitamina PP (nicotinammide ), amminoacidi, antiossidanti ed altri ingredienti che possono aiutare la pelle a reagire immediatamente all'esposizione ai raggi del sole, a ridurre i danni alle cellule causati dallo stress ossidativo e anche a prevenire eritemi e scottature solari.

Fermo restando che il modo migliore per proteggere la pelle quando ci si espone al sole è quello di applicare la giusta crema solare con una adeguato fattore di protezione, gli integratori possono comunque fornire un supporto perché preparano la pelle ai raggi del sole.

Ma questi integratori per l'abbronzatura servono davvero?

E' bene iniziare il trattamento circa un mese prima dell'esposizione al sole in modo da garantire alla pelle il tempo giusto per prepararsi. Dal punto di vista clinico è possibile che siano efficaci, soprattutto per chi ha una pelle fotosensibile o è vulnerabile ad eritemi e scottature o soffre di vitiligine e dermatiti solari.

Non c'è bisogno della prescrizione del medico, ma se si ha la pelle molto chiara o precedenti di melanomi in famiglia è sempre bene chiedere il parere del medico prima di esporsi al sole.

➤ Leggi anche: Quali sono le proprietà dell'aloe vera

Integratore abbronzatura migliore

Quando si sceglie un integratore per preparare la pelle all'abbronzatura bisogna tener conto della composizione e dei sui ingredienti. Il prodotto deve contenere sostanze che stimolano la produzione e la tenuta della melanina e che svolgano un'azione anti radicali liberi e antiossidante.

L'integratore ideale deve contenere:

  • betacarotene: nella quantità massima di 7,5 mg stabiliti dal Ministero della Salute
  • antiossidanti: proteggono le cellule dai radicali liberi e dallo stress ossidativo
  • tirosina o altri aminoacidi: favoriscono la produzione di melanina

Nel prodotto deve esserci il beta carotene ma non bisogna esagerare. Un'eccessiva integrazione di betacarotene può rappresentare un rischio per lacune categorie di persone, come le donne che cercano una gravidanza, quelle incinte e i fumatori.

Alcuni studi hanno, infatti, messo in evidenza che un'assunzione quotidiana di più di 20 grammi di betacarotene può essere associata ad un aumento del rischio di tumore ai polmoni nei forti fumatori, ma anche di mortalità generale, e di funzionalità della prostata

Evitare i prodotti che contengono cantaxantina, si tratta di una sostanza che non favorisce la produzione naturale di melanina ma semplicemente colora la pelle e può essere nociva.

Prodotti consigliati