La differenza tra Farmaco Originale e Generico

Molte persone si domandano che differenza ci sia tra un farmaco generico o equivalente ed un farmaco originale. E se i farmaci generici siano meno efficaci di quelli di marca. In farmacia viene spesso consigliato un equivalente quando il paziente richiede un farmaco specifico, e ciò perché questi prodotti hanno la medesima efficacia e la stessa sicurezza di quelli più conosciuti.

Spieghiamoci meglio.

Farmaco originale o generico

I farmaci sono composti da principi attivi ed eccipienti.

  • Principi attivi

sono sostanze capaci di avere un effetto farmacologico sull'organismo

  • Eccipienti

sono sostanze inerti che non hanno alcuna capacità terapeutica e che servono soprattutto per conferire alla medicina la forma giusta per essere assunta.

Conoscere quali siano principi attivi ed eccipienti è importante soprattutto per valutare il profilo di sicurezza del farmaco in base alle proprie esigenze o alle patologie di cui si soffre. Per esempio una persona diabetica dovrebbe assumere con cautela un farmaco che contiene tra gli eccipienti del saccarosio, così come un intollerante al lattosio non dovrebbe assumere un medicinale che contiene lattosio.

Tuttavia ciò che conta davvero sotto il profilo terapeutico è il principio attivo del medicinale.

Leggi anche: Miglior farmaco per il mal di testa, la verità dei farmacisti

Quali sono le differenze tra un farmaco generico e un equivalente?

Il farmaco generico altro non è che una copia di quello di marca, più conosciuto.

Il farmaco griffato è presente sul mercato da molti anni e il brevetto per questo medicinale ha una durata di 10 anni. Dopo questa scadenza lo stesso prodotto può essere copiato da altre aziende farmaceutiche utilizzando lo stesso principio attivo e immesso sul mercato con il nome del principio attivo stesso.

Facciamo un esempio pratico:

la Tachipirina è il farmaco di prima scelta per il trattamento della febbre, del dolore nei bambini e in gravidanza. Il suo principio attivo è il Paracetamolo e siccome il farmaco di marca è sul mercato da molto tempo e il brevetto è scaduto altre aziende farmaceutiche possono produrre un farmaco equivalente che generalmente prende il nome del solo Paracetamolo o simili e ha la stessa efficacia garantendo lo stesso profilo di sicurezza.

Facendo un confronto scopriamo che questa è la composizione dei due farmaci:

 

Tachipirina:

Principio attivo: paracetamolo 500 mg

Eccipienti: cellulosa microcristallina, povidone, croscarmellosa sodica, magnesio stearato, silice precipitata

Paracetamolo Sella:

Principio attivo: paracetamolo 500 mg

Eccipienti: Lattosio, Amido di riso, Polivinilpirrolidone, Crospovidone, Magnesio stearato, Talco, Silice colloidale.

Come si può notare il principio attivo è lo stesso ed è presenta nella stessa quantità in entrambi i prodotti, cioè che cambia è l'elenco degli eccipienti che però non hanno alcun valore terapeutico.

Il farmaco equivalente generalmente è più economico del 20-30% rispetto a quello di marca.

Perché? Per svariati motivi: il farmaco di marca è stato brevettato con tutti i costi di ricerca che ciò ha comportato, ha una “griffe” che è immediatamente riconoscibile anche grazie alla pubblicità e alla promozione che gli è stata fatta a norma di legge.

Farmaci generici meno efficaci?

Spesso serpeggia l'idea che il farmaco generico sia meno efficace di quello di marca o addirittura pericoloso. Naturalmente non è vero. Come detto il principio attivo è lo stesso e il farmaco equivalente è, secondo la legge, “un medicinale che ha la stessa composizione qualitativa e quantitativa di sostanze attive e la stessa forma farmaceutica del medicinale di riferimento nonché una bioequivalenza con il medicinale di riferimento dimostrata da studi appropriati di biodisponibilità”.

La bioequivalenza è dettata dal fatto che, a parità di dose, i profili di concentrazione nel sangue del principio attivo rispetto al tempo sono talmente simili che è improbabile che possano esserci differenze rilevanti su sicurezza ed efficacia.

E' importante sottolineare che per essere autorizzati all'immissione sul mercato tutti i farmaci, griffati o equivalenti, devono rispondere a precisi requisiti stabiliti per legge che mirano a garantire sicurezza e qualità del prodotto.

Riassumendo perché un farmaco possa essere definito equivalente deve rispondere a precisi requisiti:

  • avere lo stesso dosaggio
  • avere lo stesso principio attivo
  • avere la stessa forma farmaceutica
  • essere bioequivalente al medicinale di marca
  • costare almeno il 20% in meno rispetto al medicinale di riferimento

Sul sito dell'Agenzia del Farmaco è possibile reperire un elenco dei farmaci generici per sapere se il principio attivo di cui si ha bisogno è disponibile anche in prodotti generici.