Come curare l'acne in estate?

Acne: che cos'è?

L'acne è una malattia infiammatoria della pelle, soprattutto diffusa tra i più giovani, caratterizzata dalla presenza di brufoli  principalmente sul viso, ma anche sul torace e in parte dietro la schiena. In caso di acne si verificano problemi al follicolo pilifero e alle ghiandole sebacee con un conseguente aumento del grasso della pelle (seborrea) oltre allo comparsa di comedoni (punti neri), pustole e papule.

Acne in estate: il sole fa male?

Nel periodo estivo il trattamento dell'acne diventa difficoltoso a causa del fatto che la maggior parte delle terapie farmacologiche per la cura di questo disturbo sono a base di farmaci fotosensibilizzanti che, a contatto con il sole, possono causare la comparsa di eruzioni cutanee e macchie sulla pelle.

Inoltre la pelle deve fare i conti con lo stress causato dall'azione dei raggi UVA e UVB, in questo caso specifico si verifica un aumento di spessore della cute con l'occlusione dei pori che peggiora sensibilmente lo stato dell'acne in concomitanza della maggiore produzione di sebo.

Acne in estate: rimedi e prevenzione 

Ecco una lista dettagliata di consigli del tuo farmacista online per curare i disturbi dell'acne d'estate e alcune buone regole di prevenzione:

  • Non sospendere la cura dell'acne nella falsa illusione che il sole possa ridurre i sintomi della malattia, ma è importante consultare il proprio dermatologo per la scelta di farmaci non fotosensibilizzanti;
  • Evitare un'esposizione eccessiva al sole perchè i raggi ultravioletti permettono un miglioramento apparente della pelle seguito da un peggioramento dello stato dell'acne a causa dell'occlusione dei pori, inoltre sono da evitare anche le lampade solari;
  • Proteggere la pelle con l'uso di una crema solare del giusto fattore di protezione in base al proprio fototipo per evitare di peggiorare ulteriormente la condizione della pelle con eventuali scottature;
  • Evitare l'esposizione diretta se in cura con antibiotici in quanto questi farmaci, in particolare quelli del gruppo delle tetracicline, possono causare la comparsa di eritemi e lo sviluppo di reazioni avverse nell'organismo;
  • Moderare il consumo di latte che secondo alcuni studi può stimolare lo sviluppo dell'acne in quanto è presente in grande quantità l'amminoacido leucina che sembra influenzare il processo di comparsa della malattia;
  • Osservare una dieta con un basso indice glicemico limitando così il consumo di dolci, prodotti a base di farina (pane, pasta, ecc) e le bevande zuccherate;
  • Non schiacciare i brufoli nella maniera più assoluta in quanto si rischia di scatenare un'infezione batterica con un peggioramento della condizione della malattia, inoltre possono rimanere anche delle cicatrici;
  • Mantenere un'accurata igiene delle parti del corpo colpite dall'acne con l'utilizzo di un detergente delicato specifico per il trattamento delle pelli acneiche in modo da prevenire la follicolite e la proliferazione batterica;
  • Conservare l'idratazione della pelle con il consumo di almeno due litri di acqua al giorno e l'utilizzo di una specifica crema idratante studiata proprio per la pelle affetta da acne;
  • Usare una crema lenitiva seboregolatrice formulata in modo da lenire gli arrossamenti e svolgere un'azione antibatterica per portare gradualmente alla scomparsa dell'acne.

Prodotti consigliati